Giorno: 8 Gennaio 2021

Calabria maglia ancora nera su tutti i fronti nell’emergenza Covid. Grazie Spirlì e Longo

Calabria maglia ancora nera su tutti i fronti nell’emergenza Covid. Grazie Spirlì e Longo

Pubblicato il: 8 Gennaio 2021

Il piano vaccinale in Calabria non è ancora operativo tanto da aver spinto l’Asp di Cosenza, in previsione dell’avvio della somministrazione alla cittadinanza, a chiedere l’aiuto dell’esercito al fine di garantire la regolare distribuzione del siero anti Covid a tutti i destinatari. In base ai dati dell’Agenzia del Farmaco, le dosi somministrate sono circa 5mila sulle 25.630 disponibili, con una percentuale di impiego pari al 20%. Numeri che ci posizionano agli ultimi posti in Italia. Allo stesso modo non è ancora partito il piano straordinario di incremento del trasporto pubblico locale, richiesto dalle prefetture proprio per evitare assembramenti di studenti in viaggio verso, e poi di rientro, le varie scuole. La didattica a distanza, la cosiddetta Dad, è di sicuro un’opportunità per i ragazzi ed è complementare a quella in presenza, ma sta diventando una sorta di scappatoia per sottrarsi alle responsabilità istituzionali offerta a quanti non riescono a risolvere i problemi strutturali della scuola. Meno male però che il nostro eroe, il governatore facente funzioni Nino Spirlí, è pronto a “combattere fino all’ultimo secondo” pur di tenere le scuole chiuse invece di attivarsi per farci tornare in zona gialla, rendendo operativi i piani dei trasporti elaborati per far fronte all’emergenza Coronavirus di cui non si sa peraltro che fine abbiano fatto. Il commissario straordinario alla Sanità calabrese Guido Longo e lo stesso istrionico Spirlí diano dunque risposte serie e immediate ai calabresi, che non meritano una simile mortificazione di fronte all’intero Paese.

Tansi e Rocca: “E’ gravissima la situazione dell’Asp Catanzaro/Lamezia relativamente al servizio 118 e alla mancanza di medici sulle ambulanze”.

Tansi e Rocca: “E’ gravissima la situazione dell’Asp Catanzaro/Lamezia relativamente al servizio 118 e alla mancanza di medici sulle ambulanze”.

Pubblicato il: 8 Gennaio 2021

“La situazione in cui versa la sanità calabrese ormai è ampiamente rimbalzata agli onori della cronaca nazionale. Purtroppo il poco dignitoso balletto a cui abbiamo assistito tutti, con sgomento, rispetto alla nomina di un Commissario non ha di fatto prodotto al momento risultato alcuno. In particolare la gravità della situazione dell’ Asp Catanzaro/Lamezia relativamente al Servizio 118 ed alla mancanza di medici sulle ambulanze per mancanza di risorse ci lascia allibiti! Si tratta di uno schiaffo alla cittadinanza inerme costretta a subire ancora decenni di gestione allegra e spavalda”.E’ quanto hanno dichiarato in una nota congiunta Carlo Tansi che si appresta ad affrontare la prossima corsa per le regionali e Sonia Rocca candidata nella lista Calabria Libera con Tansi. ” La circostanza – prosegue la nota stampa- é ingiustificabile ed inaccettabile. Non è concepibile arrivare a non avere risorse per assumere medici di primo soccorso. Crediamo sia arrivata l’ora di finirla con vecchie e nuove connivenze. Chi ha la responsabilità di questa situazione, deve assumersi la responsabilità venendo alto scoperto. Non è più concepibile che la gestione delle risorse per la sanità, che ha prodotto questi danni così gravi, venga ancora gestita senza il tempismo e l’urgenza che il caso richiede. Basta con questa politica che negli anni ci ha ridotto a livello del terzo mondo! Basta con i privilegi e le sacche di voti prodotti dal favore e dalla tutela della sanità privata rispetto al pubblico. Nessuno tra tutti coloro che hanno messo piede fino ad oggi alla Regione se ne puo’ tirare fuori!”. La nota si conclude con una richiesta immediata di incontro con il Commissario Longo e la commissaria Latella dell’Asp Catanzaro/Lamezia. “La questione è grave e non si può più tergiversare. Crediamo che sia arrivato il momento di invertire la rotta del malaffare e della cattiva politica”. Sonia Rocca Carlo Tansi